Stephen King e il cinema ad Halloween

Speciale Halloween: Stephen King e il cinema

C’è un oggetto che negli ultimi tempi si è imposto come simbolo dell’orrore cinematografico. È un oggetto comune e infantile, proprio per questo capace di evocare il male dietro la patina banale della realtà quotidiana. Ecco qual è questo oggetto: 🎈.

D’altronde è la stessa Warner Bros. che ha giocato tutta la campagna promozionale di It – Capitolo due sul palloncino rosso del pagliaccio Pennywise, la principale delle forme assunte dall’essere mutaforma chiamato It, terrore dei bambini di Derry. Il padre di Pennywise, del Club dei Perdenti e di tutto l’universo di It è sempre lui, il re della letteratura horror contemporanea: Stephen King.

Stephen King e il cinema
Il famoso palloncino rosso di Pennywise

L’autore americano ha scritto It nel 1986, e da quel fortunatissimo romanzo sono stati tratti i due film recenti (uno del 2017 e l’altro del 2019) diretti da Andrés Muschietti. It però è solo un tassello della sterminata bibliografia di King, la cui mente visionaria ha prodotto più di cinquanta romanzi, molti dei quali trasformati in pellicole per il grande schermo.

Quale migliore occasione allora dell’ormai prossimo Halloween, e dell’imminente uscita di Doctor Sleep, per una bella carrellata dei film dell’orrore basati sugli scritti di Stephen King? Per una lista esaustiva ci vorrebbe ben altro spazio, ma cerchiamo di ripercorrere le tappe principali.

Stephen King in persona alla première di IT – Capitolo Due

Una storia iniziata anni fa

Per capire la portata dell’influenza di King sul mondo del cinema basti pensare che dal primo romanzo dell’autore, Carrie, pubblicato nel 1974, sono stati tratti ben 4 (quattro) film! Non tutti dei capolavori, va detto, tuttavia è chiaro che la storia della ragazzina Carrie White ha lasciato una bel segno negli sceneggiatori e cineasti americani.

Nel 1990 è il regista Rob Reiner a dirigere Misery non deve morire, tratto dal romanzo Misery, pubblicato tre anni prima. Mattatrice di questo adattamento fu Kathy Bates, nei panni dell’inquietante Annie Wilkes, che vinse il riconoscimento alla sua interpretazione sia ai Golden Globe sia agli Oscar. Critica e pubblico apprezzarono il lungometraggio.

Kathy Bates con gli strumenti del mestiere!

Rimanendo in tema di ottimi film (eccome!), non scordiamoci che dieci anni prima era stato uno dei maestri del cinema di tutte le epoche a far vivere sul grande schermo un’opera del re del brivido. Il maestro è naturalmente lui, Stanley Kubrick; l’opera è Shining (anche in questo caso il libro era uscito tre anni prima, nel 1977). Non c’è neanche bisogno di dirlo, Shining è un film horror di culto, con scene che sono indelebili nella mente di tutti, non solo degli appassionati di cinema (qualcuno ha per caso citato la faccia spiritata di Jack Nicholson che fa capolino nella breccia di una porta di legno che lui stesso ha appena aperto con l’accetta?!). A proposito, speriamo che nei giorni scorsi siate andati a vedere in sala la versione estesa!

Continuiamo la carrellata con film degni di nota. Nel 1996 Stephen King pubblica Il miglio verde, romanzo che racconta l’incontro tra il capo delle guardie del braccio della morte del carcere di Cold Mountain e un insolito, gigantesco detenuto con strani poteri soprannaturali. Anche in questo caso passano tre anni tra l’uscita del romanzo e quella del film, scritto e diretto da Frank Darabont; i protagonisti sono il sempre grande Tom Hanks e il gigante buono Michael Clarke Duncan.

Stanley Kubrick al lavoro!

Non solo rose, fiori e grandi interpretazioni

Come anticipato più sopra, le invenzioni di King non hanno sempre dato vita a grandi film. Un caso recente è Pet Sematary, film uscito proprio nel 2019 per la regia di Kevin Kölsch e Dennis Widmyer, adattamento del romanzo omonimo del 1983. A dire la verità già nel 1989 ne era uscita una versione cinematografica, in Italia con il titolo Cimitero vivente. In quella occasione ci fu un cameo dello stesso Stephen King. Noi abbiamo recuperato quest’estate, con qualche mese di ritardo, il film del 2019 e non abbiamo timore di definirlo una bella cafonata! 😂

Chiudiamo questa speciale rassegna di Halloween su Stephen King arrivando all’attualità, con il film che esce proprio il 31 ottobre (evvai col marketing!). Stiamo parlando di Doctor Sleep, montato, scritto e diretto da Mike Flanagan (fai tutto tu allora!). Il libro che ha guidato la sceneggiatura è il romanzo horror omonimo del 2013, uscito in Italia nel 2014. La storia si pone come seguito di Shining e segue le vicende di Danny Torrance, figlio ormai adulto di Jack, il guardiano invernale dell’angosciante Overlook Hotel, ancora alle prese con gli effetti della “luccicanza”. Noi di MovieDigger, come da nostro compito, ve lo vogliamo far vedere gratis!

Ewan McGregor in una scena di Doctor Sleep

Il fil rouge che lega le storie partorite dalla fantasia dello scrittore americano e il grande schermo è, come si è visto, lungo e sicuramente destinato a continuare nei prossimi anni. Quello che è da sperare per il momento è che Doctor Sleep si inserisca nella parte buona della rassegna; staremo a vedere.

Buon cinema e buon Halloween, moviediggers!

Un bel like per non perderti nessun evento!
Ci sentirai cinguettare solo di cinema!
Il cinema è fatto di immagini perciò…

Autore dell'articolo: moviedigger