corti oscar 2019

OSCAR 2019 | Sono online i 10 corti animati della shortlist

La Dreamworks Animation ha pubblicato in rete due nuovi cortometraggi animati – Bilby e Bird Karma – inseriti nella shortlist (10 film) per gli Oscar 2019.

Con questa inaspettata mossa, quasi tutti e dieci i film d’animazione selezionati per l’Academy Award sono attualmente disponibili alla visione in streaming gratuito sulle piattaforme Vimeo e Youtube.

Con la scelta di rendere subito disponibili i film l’Academy ha cambiato strategia rispetto al passato quando i film non potevano essere visionati pubblicamente. Quest’anno invece si cambia! Gli organizzatori del premio più glamour del cinema hanno voluto premiare la categoria dei cortometraggi perché nel corso degli anni ha raccolto sempre più pubblico e prestigio, merito dell’altissima qualità delle opere in concorso e della bravura dei registi, anche esordienti, che hanno così modo di mostrare agli spettaori il loro lavoro e il loro talento.

Le nomination agli Oscar 2019 saranno annunciate il 22 gennaio mentre la premiazione sarà il 24 febbraio.

Di seguito potete guardare i bellissimi cortometraggi tranne uno!

1) Age of Sail – John Kahrs (USA)

Diretto da John Kahrs, già premio Oscar per Paperman, è la storia di un vecchio marinaio che ha perso la voglia di vivere e di una ragazzina che gliela restituirà

2) Bao – Domee Shi (USA)

La storia è incentrata sulla vita di una madre cinese-canadese, sola e avanti con l’età, che sta soffrendo per la sindrome del nido vuoto e che all’improvviso ottiene la possibilità di essere nuovamente madre, nel momento in cui un raviolo da lei cucinato prende vita e si tramuta in un bambino.

3) Bilby – Pierre Perifel, J.P. Sans, Liron Topaz (USA)

È la storia di un marsupiale che affronta una serie di pericoli per proteggere un pulcino. In origine il progetto prevedeva la realizzazione di un lungometraggio dal titolo Larrikins ambientato in Australia poi cancellato dalla Dreamworks.

4) Bird Karma – William Salazar (USA)

Diretto da William Salazar è il secondo corto della Dreamworks in concorso ed è stato realizzato interamente a mano.

5) Grandpa Walrus (Pépé le Morse) – Lucrèce Andreae (Francia)

Una passeggiata di famiglia sulla spiaggia invernale per disperdere le ceneri del defunto nonno… Ispirato allo stile dei grandi maestri giapponesi.

6) Late Afternoon – Louise Bagnall (Irlanda)

Emily è un’anziana signora che trascorre le sue giornate seduta in poltrona. La sua mente, ormai è offuscata. Eppure, nel momento in cui una giovane donna entra nella sua stanza e, dopo essersi presentata, le porge una tazza di tè, i ricordi, frammentari ed effimeri, iniziano a tornare alla mente.

7) Lost & Found – Andrew Goldsmith, Bradley Slabe (Australia)

Dal genio creativo dei registi australiani Andrew Goldsmith e Bradley Slabe ha preso vita Lost and Found, un inno all’amore in stile stop motion.

Un dinosauro realizzato all’uncinetto si sveglia dopo una notte di sonno e regala da lontano un bacio al suo amore di lungo corso, una volpe intenta a gettare sassi in un pozzo.

8) One Small Step – Andrew Chesworth, Bobby Pontillas (USA/Cina)

One Small Step, prodotto dai TAIKO Studios è un cortometraggio di animazione, coproduzione cinese-statunitense, che racconta la storia di Luna, una bambina, poi ragazza, cino-americana che sogna di diventare astronauta.

9) Weekends – Trevor Jimenez (USA)

È la storia commovente di un bambino canadese che deve dividersi tra le due case dei genitori, che hanno appena divorziato.

10) Animal Behaviour – Alison Snowden, David Fine (Canada)

In Animal Behaviour, l’ultimo cortometraggio animato in lizza per vincere l’Oscar, di Alison Snowden e David Fine, cinque animali si incontrano regolarmente per discutere la loro angoscia interiore in una seduta di terapia di gruppo guidata dal Dott. Clement, psicoterapeuta canino.

Purtroppo è disponibile solo il trailer.

Autore dell'articolo: moviedigger