CINEMA AL MAXXI | Le prime anticipazioni della settima edizione

Al via mercoledì 12 febbraio la settima edizione di Cinema al MAXXI, la manifestazione che porta la settima arte in uno dei più importanti luoghi dedicati alle espressioni del contemporaneo.

La rassegna si svolgerà fino al 29 marzo nell’ambito di CityFest, il programma di eventi culturali della Fondazione Cinema per Roma, prodotta con il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secoloAlice nella città. Il programma della settima edizione è a cura di Mario Sesti.

La manifestazione sarà inaugurata, il prossimo 12 febbraio alle ore 21, con l’anteprima mondiale di uno dei più attesi documentari dell’anno, Alberto Sordi, un italiano come noi di Silvio Governi, realizzato in occasione del centenario della nascita del grande attore e regista romano.

Nel primo weekend di programmazione, prenderà inoltre il via l’omaggio che Cinema al MAXXI dedicherà quest’anno a una delle più importanti istituzioni cinematografiche europee, la Cineteca di Bologna.
Domenica 16 febbraio alle ore 17, il pubblico potrà assistere alla proiezione di Apocalypse Now – Final Cut, nuova versione del capolavoro di Francis Ford Coppola realizzata lo scorso anno in occasione del quarantesimo anniversario della pellicola.

Prosegue il programma dedicato alle famiglie con Alice MAXXI Family che punterà alla scoperta dei classici moderni che esplorano generi e temi cari al pubblico di tutte le età. Per celebrare i cento anni dalla nascita di Gianni Rodari, verrà proiettata la versione restaurata con risoluzione 2K di un intramontabile capolavoro del cinema d’animazione, La Freccia Azzurra diretto da Enzo D’Alò, liberamente tratto dal racconto di Gianni Rodari del 1954.

📲 Leggi qui il programma

Le proiezioni più interessanti:

Come partecipare
Proiezioni e incontri: 5 euro. I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del Museo o su www.vivaticket.it
L’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo (€ 9) entro una settimana dall’emissione.

Fonte: link

Autore dell'articolo: moviedigger