KLIMT E SCHIELE | Radio Capital ti porta al cinema gratis

In anteprima nelle sale italiane solo il 22, 23 e 24 ottobre in attesa dell’uscita in 50 paesi del mondo “Klimt e SchieleEros e psiche“, un viaggio nella Vienna di Klimt e Schiele attraverso le opere dell’Albertina, del Belvedere, del Kunsthistorisches, del Leopold, del Freud e del Wien Museum.

Un appuntamento all’interno della Stagione della Grande Arte al Cinema, ideato per guidare lo spettatore tra le sale dei grandi musei, ripercorrendo un periodo straordinario: un momento magico per arte, letteratura e musica, in cui circolano nuove idee, si scoprono con Freud i moti della psiche e le donne cominciano a rivendicare la loro indipendenza. Proprio quest’epoca rivive in “Klimt e SchieleEros e psiche“, raccontata dalla voce dell’attore Lorenzo Richelmy.

COME ANDARE AL CINEMA GRATIS

Radio Capital ti regala 2 biglietti per vedere il film al cinema: rispondi esattamente alla domanda che farà lo speaker in onda inviando un SMS al 3886-708090 oppure un messaggio WhatsApp al 342 342 21 90. Se sarai il più veloce verrai ricontattato.

SINOSSI Mentre i boati della prima guerra mondiale si vanno spegnendo, a Vienna, un’epoca dorata è ormai al tramonto. L’impero austro-ungarico comincia a disgregarsi. È il 31 ottobre. Quella notte, nel letto della sua casa, muore Egon Schiele. Se ne va guardando in faccia il male invisibile, come solo lui sa fare: dipingendolo. Ha 28 anni. Solo pochi mesi prima, il salone principale del palazzo della Secessione si era aperto alle sue opere: 19 oli e 29 disegni. La sua unica mostra di successo, celebrazione di una pittura che rappresenta le inquietudini e i desideri dell’uomo. Qualche mese prima era morto il suo maestro e amicoGustav Klimt, che dall’inizio del secolo aveva rivoluzionato il sentimento dell’arte, fondando un nuovo gruppo: la Secessione viennese. Oggi i suoi capolavori attirano visitatori da tutto il mondo o diventano star al cinema in film come Woman in Gold, ma sono anche immagini pop che accompagnano la nostra vita quotidiana su poster, cartoline e calendari. Ora, cent’anni dopo, le opere di questi artisti visionari tornano protagoniste assolute nella capitale austriaca.

klimt e schiele

Autore dell'articolo: moviedigger