FIRST REFORMED – La creazione a rischio | Recensione

Su Amazon Prime Video è disponibile in streaming First Reformed – La creazione a rischio, film del 2017 ritenuto da molti uno dei migliori e più interessanti tra i titoli statunitensi degli ultimi anni, da noi arrivato direttamente in streaming.

Il regista e sceneggiatore è Paul Schrader, una leggenda dell’Hollywood d’autore più cruda. Sono suoi, infatti, i copioni di Taxi Driver e Toro scatenato, per parlare solo delle sue collaborazioni con Martin Scorsese.

First Reformed era stato presentato in concorso a Venezia nel 2017 ed era arrivato fino a una candidatura all‘Oscar per la miglior sceneggiatura. L’attenzione della stampa è stata molto alta, quella del pubblico decisamente inferiore.

Non è un film facile, diciamolo subito. Schrader ha girato in rapporto 1:1 (formato quadrato, per intenderci) per mettere al centro le figure umane – ha spiegato, con un budget di due milioni e mezzo di dollari e venti giorni di tempo. A dominare il film è Ethan Hawke in una delle migliori interpretazioni della sua carriera.

Hawke interpreta Ernst Toller, un prete che ha perso un figlio in Iraq e vive solo in una chiesa storica nello stato di New York. Mentre prepara i festeggiamenti per il duecentocinquantesimo anniversario della parrocchia, Ernst entra in contatto con Michael e Mary, una giovane coppia in attesa del primo figlio. Michael è ossessionato dall’inquinamento e dai danni che l’uomo sta facendo all’ambiente. L’incontro con la coppia creerà una serie di dubbi in Ernst, soprattutto per i rapporti ambigui che la sua congregazione ha con una grande multinazionale.

Paul Schrader è riuscito nel compito non semplice di coniugare la vicenda personale del prete con considerazioni ampie sul cambiamento climatico e le responsabilità statunitense, il tutto mescolato con un continuo sottotesto religioso.

Il risultato è un thriller psicologico che segue Ernst verso una lenta ma radicale presa di coscienza del suo ruolo nel mondo. In quanto prete è più giusto che segua i dettami della chiesa o che invece decida di disobbedire? È meglio servire il pianeta, quindi la vita collettiva, o un’istituzione che afferma di aiutare le persone?

Schrader sceglie un film molto parlato per far emergere tutte le inquietudini sul mondo contemporaneo. Forse non è il titolo più adatto da vedere in un momento come questo (si parla, anche, di quale futuro spetta al pianeta e si menzionano epidemie ipotetiche), ma First Reformed è un grandissimo film.

(First Reformed – La creazione a rischio, di Paul Schrader, 2017, drammatico, 108’)

Autore dell'articolo: moviedigger